Tana libri tutti” è il titolo scelto per la VI edizione della Fiera del libro dell’I.I.S. “Galilei” di Jesi, che ha animato Piazza Colocci e il cortile di Palazzo della Signoria la mattina del 22 aprile. Gli studenti di trentuno classi dalla I alla IV, sfidando le condizioni meteo, hanno presentato il frutto dei loro laboratori volti a presentare volumi di narrativa di genere diverso, fra cui graphic novel e molte novità editoriali. Non si è ancora svolto lo spoglio delle schede con la votazione espressa dal corpo docente, che decreterà le classi vincitrici, premiate con un libro a testa per alunno. Quest’anno, però, la preparazione dell’evento annuale è stata molto più impegnativa, in quanto in mattinata le classi del Galilei hanno preso parte anche a sei altri eventi organizzati in collaborazione con bibliotecari e librai del territorio (Ortolibreria, librerie Incontri e Gira & Volta) e con altre scuole superiori di Jesi con cui l’I.I.S. Galilei, che ne è il coordinatore, ha costituito una rete per la promozione della lettura. I sei incontri per gli studenti del Galilei sono consistiti in visite guidate ai tesori di Palazzo Bisaccioni – inclusa la mostra antologica sui collages di Gastone Petrucci – e al Museo delle Arti della Stampa – sotto la guida della dott.ssa Francesca Bini – o, nell’adiacente chiesa di San Bernardo, nell’ascolto di un “Reading musicale” a cura di Read and play (www.readandplay.it). Sempre a Palazzo Bisaccioni ed in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, gli studenti del Galilei hanno partecipato a “La strada smarrita”, laboratorio tra video ed albi illustrati curato dalla prof.ssa Chiara Pasquinelli. Un altro laboratorio, “L’adolescente. Dalla letteratura a noi”, è stato curato da Simona Rossi della Libreria Fogola di Ancona nella Sala maggiore della Biblioteca Planettiana. Infine, il ventaglio di possibilità per gli studenti del Galilei ha previsto anche la scoperta dei segreti de “L’uomo Leopardi”, grazie agli approfondimenti del dottor Gioele Marozzi nel cortile di Palazzo Ripanti.