DAL RIFIUTO ALLA MOLECOLA ecco il titolo che abbiamo pensato di dare a questo progetto un po’ particolare, da cui è scaturito questo simpatico video.

E’ frutto di una collaborazione tra il nostro istituto (equipe per l’orientamento in entrata) e la scuola secondaria di primo grado dell’istituto comprensivo di Moie “C. Urbani”, per poter partecipare al PREMIO NAZIONALE GIOVANI- SPECIALE CHIMICA E SOSTENIBILITÀ 2021-2022 – Il contributo della “CHIMICA DI BASE” e della “PLASTICA”.

Il concorso è stato organizzato dall’ Istituito Federchimica Assobase e PlasticsEurope Italia e dalla SOCIETÀ CHIMICA ITALIANA, in collaborazione con IL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE.

Grazie alla disponibilità delle professoresse Scortechini Paola, Bini Iscra, Rotoloni Stefania e Landi Maria, il progetto è iniziato con una prima attività che ha coinvolto la classe 3^B della secondaria di secondo grado in una raccolta di rifiuti presso un parco pubblico vicino alla loro scuola; successivamente in aula i rifiuti raccolti sono stati pesati e catalogati sempre sotto le indicazioni delle insegnanti.

Il giorno 29 marzo questi alunni sono stati invitati dalle professoresse Donatella Filonzi e Katia Abbondanzieri e dal professore Giacomo Baciani ad entrare nei laboratori dell’istituto “G.Galilei” per poter capire la tipologia dei rifiuti raccolti.

Con guanti ed occhiali i ragazzi sono stati coinvolti nella preparazione del materiale, che proveniva  dai rifiuti precedentemente selezionati, e che poi, grazie allo spettrofotometro di massa, è stato definito di plastica e non solo… di propilene oppure di polipropilene oppure di ….

Con un’infografica alla lavagna sono state percorse tutte le tappe del progetto che si è concluso con un interessante debate su “plastica si o plastica no?”

I ragazzi sicuramente hanno appreso che la plastica è ormai indispensabile, ma bisogna rispettare l’ambiente e gettare il rifiuto di plastica negli apposti contenitori per poterla poi riciclare dandole così una … seconda vita!