JESI- Sarà al teatro Pergolesi di Jesi l’undicesima edizione del Premio Vallesina, che si svolgerà nella sera di venerdì 27 dicembre a partire alle 21.
Il programma della serata e i nomi delle persone premiate sono stati presentati nel corso della conferenza stampa tenutasi questa mattina, presso le sale Pergolesiane del Teatro Pergolesi di Jesi.
Hanno partecipato alla conferenza il presidente Roberto Campelli, la vicepresidente Tiziana Tobaldi e il direttore artistico Luca De Minicis che hanno ripercorso la storia dell’associazione, le sue finalità e le caratteristiche dell’evento.
Il presidente Campelli ha ringraziato il comune di Jesi e la Fondazione Pergolesi Spontini che si sono messi a disposizione per l’organizzazione dell’evento e ha espresso gratitudine a quanti collaborano con l’associazione, in particolare a Nicola Di Francesco, cofondatore insieme a Giuliano De Minicis e ai comuni di Maiolati Spontini e di Monsano.
“Vorrei ringraziare tutti coloro che con noi collaborano alla realizzazione del evento. Le difficoltà non mancano, il premio Vallesina sarà più snello, ma quello che conta è portare a termine la nostra missione: valorizzare, premiare e riconoscere le eccellenze del nostro territorio.”
A dare lettura dei profili dei vincitori, per conto del presidente della commissione di valutazione Enzo Contadini, è stata Tiziana Tobaldi, vicepresidente del Premio Vallesina e assessore alla cultura uscente del Comune di Maiolati Spontini. La commissione ha scelto, tra oltre cento candidature, quattro persone, una scuola e un’azienda.
Di seguito i vincitori:

Innocenzo Salvatore Carbone, sezione imprenditoria, per avere difeso strenuamente la cultura imprenditoriale italiana in generale e marchigiana in particolare, riportando, insieme a un gruppo di dirigenti, la ditta Lazzerini a Monsano dalla Germania dove era stata trasferita, ridando lavoro a maestranze locali e rilanciando l’azienda a livello mondiale.
Luca Silvestrini, sezione cultura, per avere diffuso, attraverso un linguaggio originale, la cultura della danza e dello spettacolo fra vaste platee eterogenee, multiculturali, intergenerazionali con particolare attenzione all’inclusione delle persone più fragili.
Giulia Bolsi, sezione ricerca, per aver ricoperto, fin dall’inizio della carriera lavorativa, ruoli di responsabilità in un settore tecnico, evidenziando dinamismo nel coordinamento di progetti internazionali in scenari strategici come quello dell’energia.
Clabo spa, sezione imprenditoria, per aver saputo consolidare e far crescere nel ricambio generazionale una storica realtà industriale della Vallesina, divenendo azienda leader neri mercati internazionali e governando anche fasi critiche del mercato con visione lungimirante.
Valentina Bivona, categoria giovani emergenti, per avere saputo inseguire con tenacia e determinazione la sua passione per il mondo dello spettacolo, continuando a studiare e a formarsi e giungendo ad interpretare, sia pure giovanissima, via via ruoli di sempre maggiore complessità.
Istituto di istruzione superiore “G. Galilei” di Jesi, premio speciale, eccellenza scolastica del territorio e strumento insostituibile di crescita sociale, culturale e professionale per le nuove generazioni, per la capacità di lavorare in team sia da parte degli studenti che dei docenti, coniugando teoria e pratica e promuovendo percorsi esperienziali innovativi.

«Il premio Vallesina è produttore di cultura ed è archivio delle eccellenze del nostro territorio. L’anno scorso è stata un’edizione del tutto particolare, che si è tenuta in streaming. Da quest’anno si ritorna in presenza e abbiamo voluto porre al centro il tema della pace e dei diritti attraverso la musica con Linda Valori, Daŭra Ĉielarko Trio e Luca Violini». Spiega il direttore artistico dell’evento Luca De Minicis.
Il ricavato della serata sarà devoluto alle attività dell’Associazione Solidarietà in Vallesina che si occupa della raccolta e distribuzione delle eccedenze alimentari alle associazioni caritative dei comuni soci.
I biglietti, al costo di 30 euro, si possono acquistare alla biglietteria del teatro Pergolesi e nel circuito Viva Ticket dal 5 dicembre.

Leggi l’articolo originale su www.leggopassword.it